Le iscrizioni si chiuderanno il 15 gennaio
Per info : Facebook Antigone Montoro
Mail Antigonemontoro@gmail.com
Cel 3887516732

NUOVO AVVISO DI SELEZIONE PER IL PROGETTO “GROTTA GIO” NELL’AMBITO DI BENESSERE GIOVANI.

Ci sono ancora posti disponibili per partecipare a “Grotta Gio”, il progetto laboratoriale nell’ambito delle politiche giovanili finanziato attraverso l’Azione “Benessere giovani – organizziamoci”, Por FSE Campania 2014-2020. Da qui il Comune di Grottaminarda ha lanciato un nuovo avviso di selezione con scadenza al 20 gennaio 2019. Le attività dei tre laboratori saranno dedicate ai N.E.E.T, ossia quei giovani che né studiano né lavorano. Si tratta di un’occasione interessante, a costo zero per questi giovani tra i 16 ed i 35 anni, non solo per acquisire competenze, ma anche per scoprire con l’aiuto di esperti, le proprie potenzialità.
Tra i requisiti necessari per partecipare, l’essere residente nella Regione Campania; essere giovani N.E.E.T. (Not in Education, Employment or Training) ossia non occupati o inoccupati, non inseriti in un percorso di istruzione o formazione, non iscritti ad un regolare corso di studi o di formazione; inoltre non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso.
Mentre non possono presentare domanda coloro i quali hanno già prestato servizio civile nazionale; hanno già usufruito delle misure legate a Garanzia Giovani; hanno già presentato domanda di partecipazione alla selezione nell’ambito dell’iniziativa “Benessere Giovani” presso altro Ente.
Queste le opzioni per i tre laboratori realizzati dal Comune di Grottaminarda in collaborazione con diversi partner: Sportello orientamento al lavoro autoimprenditorialità, SOA; Laboratorio – Work esperience; Laboratorio musicale di artiterapie e creatività.

Grottaminarda è l’unico comune irpino ad aver ottenuto il finanziato dalla Regione nell’ambito del programma “Benessere giovani – organizziamoci”, in questa specifica misura, ottenendo 80mila euro per dar vita ad un progetto laboratoriale dedicato ai giovani che vedrà ancora una volta quale fulcro della cittadina ufitana il Castello d’Aquino. “Grotta Gio” si è classificato ottavo nella graduatoria degli undici ammessi a finanziamento tra i quali figurano tre del beneventano, tre del salernitano e quattro del napoletano. Fondamentale per poter rientrare tra i comuni finanziati è stato l’inserimento nel progetto del Castello quale incubatore delle attività dedicate ai giovani e dunque, ricorda l’Assessore alle Finanze, Virginia Pascucci: “L’aver portato a termine tutti i lavori relativi al finanziamento ottenuto in precedenza dall’Ente per il Castello che ne prevede l’utilizzo quale centro polivalente, è stato determinante per poter partecipare al bando”.

benesseregiovani@comune.grottaminarda.av.it

Ministero Interno: Concorso 291 Segretari Comunali e Provinciali

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato il bando per l’ammissione al sesto corso concorso per Segretari Comunali e Provinciali.
Si tratta della procedura concorsuale finalizzata a formare e assumere personale nel ruolo di Segretario Comunale e Provinciale. I posti disponibili sono ben 291.
Per partecipare al concorso Ministero Interno c’è tempo fino al 28 gennaio.
MINISTERO INTERNO CONCORSO 2019 PER SEGRETARI
E’ stato indetto, infatti, un nuovo bando Ministero Interno per assumere Segretari Comunali e Provinciali. L’avviso pubblico è finalizzato all’accesso di 291 borsisti al corso concorso selettivo di formazione per conseguire l’abilitazione necessaria per l’iscrizione di 224 soggetti nella fascia iniziale dell’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali.

E’ previsto l’espletamento di una selezione per esami. Ai vincitori saranno assegnate borse di studio per partecipare al percorso formativo, che comprende anche un tirocinio. I partecipanti potranno conseguire, previo superamento dell’esame finale, l’abilitazione professionale. Coloro che conseguiranno l’iscrizione saranno assunti in servizio e dovranno permanere almeno 2 anni nell’Albo regionale di prima assegnazione.
REQUISITI
Possono partecipare al bando Ministero Interno per accedere al corso concorso Segretari Comunali e Provinciali 2019 i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti politici;
– posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
– laurea in giurisprudenza o economia e commercio o scienze politiche, o titolo di studio equipollente;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e / o contrattuale;
– non essere stati interdetti dai pubblici uffici con sentenza passata in giudicato.
FIGURA PROFESSIONALE
Il Segretario Comunale e il Segretario Provinciale, nell’ordinamento giuridico italiano, sono organi monocratici, ovvero il cui titolare è una sola persona fisica, rispettivamente di un Comune e di una Provincia. Svolgono funzioni di collaborazione e di assistenza giuridico amministrativa nei confronti degli organi dell’ente presso il quale prestano servizio.

Vengono nominati tra coloro che sono iscritti all’Albo Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali, un tempo gestito dall’Agenzia autonoma per la gestione dell’Albo dei Segretari Comunali e Provinciali (AGES), ente poi soppresso e sostituito dal Ministero dell’Interno a partire dal 2010.

Per iscriversi all’Albo i Segretari devono conseguire idonea abilitazione, frequentando un apposito corso di formazione, della durata di un anno. L’accesso al percorso formativo è subordinato al superamento di un concorso pubblico per esami, rivolto, generalmente, ai laureati in Giurisprudenza, Scienze Politiche ed Economia.
Il Segretario Comunale e il Segretario Provinciale non sono dipendenti del Comune o della Provincia di inserimento, con i quali hanno un rapporto di servizio, ma sono dipendenti del Ministero dell’Interno. L’erogazione del trattamento economico, tuttavia, compete all’ente territoriale di assegnazione.
PROVE D’ESAME
Il bando per Segretari Comunali e Provinciali prevede l’espletamento di una preselezione, mediante la somministrazione di 70 quesiti a risposta multipla, e delle seguenti prove:
– 3 prove scritte;
– 1 esame orale.
Le prove verteranno su contenuti e materie indicati nell’avviso di selezione. Durante il corso è prevista una verifica volta ad accertare l’apprendimento.
DOMANDA
Le domande di partecipazione devono essere presentate per via telematica, attraverso l’apposita applicazione raggiungibile dalla pagina web Ministero Interno ‘Concorsi’, entro 30 giorni a decorrere da quello successivo alla pubblicazione del bando nella GU n.102 del 28-12-2018.

Per accedere al modulo online occorre registrarsi sulla piattaforma o utilizzare le proprie credenziali SPID se in possesso delle stesse. I candidati, inoltre, devono possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personalmente intestato. Una volta compilata, l’istanza va stampata, sottoscritta e conservata, per consegnarla il giorno stabilito per la prova preselettiva.https://concorsiciv.interno.gov.it/reclutamento/multidip/index.htm

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di dodici funzionari servizi tecnici, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. COMUNE DI GENOVA

La direzione sviluppo del personale e formazione indice, con
determinazione dirigenziale n. 198/2018 un concorso pubblico, per
esami, finalizzato all’assunzione, a tempo pieno ed indeterminato di
dodici funzionari servizi tecnici, categoria D, posizione economica
D.1.
Il termine per la presentazione delle domande e’ il 7 gennaio
2019.
Copia integrale del bando e’ disponibile sul sito internet del
Comune di Genova http://www.comune.genova.it

Accademie Militari: bando per l’ammissione all’anno 2019-2020

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi n. 102 del 28 dicembre 2018, il bando di concorso per l’ammissione di 396 Allievi alle Accademie Militari per l’anno 2019-2020. Nel dettaglio:
148 Allievi per Accademia Esercito
110 Allievi per Accademia Marina Militare
83 Allievi per Accademia Aeronautica
55 Allievi per Accademia Arma dei Carabinieri

Requisiti per la partecipazione
Il concorso per l’ammissione alle Accademie delle Forze Armate è aperto ai candidati in possesso dei requisiti generali per l’ammissione ai concorsi pubblici e dei seguenti requisiti specifici:
aver compiuto 17 anni e non superato 22 anni
aver conseguito o essere in grado di conseguire entro l’anno scolastico 2018-2019 il diploma di istruzione secondaria di secondo grado
avere, se minorenni, il consenso dei genitori
Domande di partecipazione: termini e modalità di invio
Le domande di partecipazione al concorso vanno inviate entro il 28 gennaio esclusivamente online seguendo le indicazioni riportate negli articoli 3-4 del bando di concorso.
Prove d’esame
I candidati al concorso dovranno sostenere prove d’esame specifiche per Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri.
Prove d’esame per Accademia Esercito
prova scritta di preselezione;
prove di efficienza fisica;
accertamenti psicofisici;
accertamenti attitudinali;
prova scritta di composizione italiana;
prova di conoscenza della lingua inglese;
prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica (per i soli concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo sanitario);
prova orale di matematica;
prova orale facoltativa di ulteriore lingua straniera;
tirocinio.
Prove d’esame per Accademia Marina Militare
prova scritta di selezione culturale e prova di conoscenza della lingua inglese;
accertamenti psicofisici;
prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica (per i soli concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo sanitario militare marittimo);
prove di efficienza fisica;
accertamenti attitudinali;
prova orale di matematica (per i concorrenti aspiranti ai posti per i Corpi vari);
prova orale di biologia (per i concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo sanitario militare marittimo);
prova orale facoltativa di ulteriore lingua straniera.
Prove d’esame per Accademia Aeronautica Militare
prova scritta di preselezione;
prova scritta di composizione italiana;
accertamenti psicofisici;
prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica (per i soli concorrenti aspiranti ai posti per il Corpo sanitario);
prove di efficienza fisica;
accertamenti attitudinali e comportamentali;
prova di informatica;
prova di conoscenza della lingua inglese;
prova orale di matematica;
prova orale facoltativa di ulteriore lingua straniera.
Prove d’esame per Accademia Arma dei Carabinieri
prova scritta di preselezione;
prove di efficienza fisica;
prova scritta di composizione italiana;
accertamenti psicofisici;
accertamenti attitudinali;
prova di conoscenza della lingua inglese;
prova facoltativa di ulteriore lingua straniera;
prova orale su materie indicate nell’Appendice al bando;
tirocinio.

http://blog.edises.it/wp-content/uploads/2019/01/ATTO-COMPLETO-___.pdf

bando di concorso per Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA)

Il concorso per i DSGA è una selezione per titoli ed esami bandita su base regionale per la copertura dei posti che si prevede risulteranno vacanti e disponibili negli anni scolastici 2018/19, 2019/20 e 2020/21. Alla procedura concorsuale è dedicata un’apposita sezione del sito www.miur.gov.it, accessibile tramite la fascia “Mondo MIUR” e l’apposito banner “Concorso DSGA”.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata esclusivamente online, attraverso l’applicazione POLIS, da domani, 29 dicembre 2018, fino a tutto il 28 gennaio 2019. Sarà possibile presentare domanda per una sola Regione.
LA SCHEDA SUL CONCORSO
La prova preselettiva
Qualora, a livello regionale, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti disponibili, le prove di esame saranno precedute da una prova preselettiva nazionale. Computer based, unica su tutto il territorio nazionale, la prova preselettiva, della durata massima di 100 minuti, si svolgerà nelle sedi individuate dagli USR e consisterà nella somministrazione di 100 quesiti relativi alle discipline previste nel bando. Ogni quesito consisterà in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una sarà esatta. La valutazione della prova preselettiva sarà effettuata assegnando 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate. Il punteggio della prova preselettiva sarà restituito al termine della prova stessa. All’esito della preselezione, accederà agli scritti un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ciascuna Regione.

La prova scritta
I candidati dovranno affrontare due prove scritte, ognuna con un tempo di 180 minuti: una prova costituita da sei domande a risposta aperta, relative agli argomenti indicati nel bando; una prova teorico-pratica, consistente nella risoluzione di un caso concreto attraverso la redazione di un atto su uno degli argomenti indicati nel bando. La commissione assegnerà alle prove scritte un punteggio massimo di 30 punti ciascuna. Ciascuno dei sei quesiti a risposta aperta riceverà un punteggio compreso tra zero e 5 che sia multiplo intero di 0,5. La prova teorico-pratica riceverà un punteggio compreso tra zero e 30. Accederanno alla prova orale i candidati che avranno conseguito, in ciascuna delle prove, un punteggio di almeno 21/30.

La prova orale La prova orale sarà composta da un colloquio sulle materie d’esame, che accerterà la preparazione professionale del candidato e la sua capacità di risolvere un caso riguardante la funzione di DSGA; da una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione più comuni; da una verifica della conoscenza della lingua inglese. La commissione assegna alla prova orale un punteggio massimo complessivo di 30 punti. La prova sarà superata dai candidati che conseguiranno un punteggio non inferiore a 21 punti.

BANDO